On. Guglielmo Picchi

Sottosegretario agli Affari Esteri

Sottosegretario Picchi in visita in Israele

Il Sottosegretario Guglielmo Picchi è stato in visita in Israele, primo membro del nuovo governo a visitarlo proprio nell’80esimo anniversario della notte dei cristalli. A Tel Aviv ha partecipato, assieme al Sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone, al “Israel HLS & Cyber 2018”. I due esponenti del Governo italiano hanno quindi visitato lo Yad Vashem e il Tempio italiano di Gerusalemme. Il Sottosegretario Picchi si è incontrato anche con Reuven Azar, consigliere di politica estera del Primo Ministro Benjamin Netanyahu, e ha visitato il Jerusalem Center for Public Affairs. Infine, ha avuto un colloquio col Ministro del Turismo dell’Autorità Nazionale Palestinese Rula Maaya.

L’On. Picchi all’inaugurazione di Lucca Comics 2018

L’On. Picchi ha partecipato all’inaugurazione dell’edizione 2018 di Lucca Comics

Il sottosegretario Picchi non ha mancato di sottolineare come un rappresentante del governo fosse assente da un paio d’anni all’inaugurazione della manifestazione: “È un grande onore essere qui – dice – Da parte del governo garantisco il massimo sostegno soprattutto per l’internazionalizzazione dell’evento. Siete già presenti nelle maggiori manifestazioni internazionali, ma sono convinto che è possibile fare ancora meglio”.

Sottosegretario Picchi a Budapest, incontra Viktor Orban

In visita a Budapest, il Sottosegretario Picchi ha avuto un colloquio col Vice-Ministro degli Esteri Levente Magyar: cooperazione culturale ed economica al centro della discussione. In occasione dell’inaugurazione della mostra temporanea presso il Museo delle Belle Arti di Budapest “Leonardo and the Budapest horse and rider”, l’On. Picchi ha incontrato anche il Presidente Viktor Orban.

Sottosegretario Picchi alla Conferenza mediterranea Osce 2018

Si è conclusa oggi a Malaga l’edizione 2018 della Conferenza Mediterranea dell’OSCE, che riunisce i 57 Stati Partecipanti dell’Organizzazione e i sei Paesi partner mediterranei dell’OSCE (Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Marocco, Tunisia). La Conferenza, quest’anno si è tenuta sotto la Presidenza slovacca del Gruppo di Contatto Mediterraneo dell’OSCE ed è stata dedicata al tema della cooperazione energetica nel Mediterraneo.

Nella sessione di alto livello odierna, che ha visto la presenza dei ministri degli Esteri di Spagna e Slovacchia, è intervenuto per la presidenza italiana dell’OSCE il sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Guglielmo Picchi. Nel suo intervento, Picchi ha ricordato l’importanza per l’Italia del rafforzamento della cooperazione tra gli Stati partecipanti dell’OSCE e i partner mediterranei, specialmente su temi che sono al centro delle rispettive agende, come la gestione dei flussi migratori, la lotta alla tratta degli esseri umani, il contrasto al terrorismo e la cooperazione energetica.

“La dimensione di sicurezza mediterranea”, ha sottolineato il Sottosegretario Picchi, “presenta sfide da affrontare e opportunità da cogliere: per farlo, occorre una partnership rafforzata e una visione di lungo termine”. Picchi ha evidenziato anche il concreto impegno dell’Italia nell’OSCE a favore di progetti ed iniziative volte a rafforzare i legami di cooperazione con i Paesi della “Sponda Sud” del Mediterraneo.

Picchi agli Stati Generali della Lingua italiana nel mondo

Il Sottosegretario Guglielmo Picchi è intervenuto lunedì 22 ottobre a Villa Madama alla terza edizione degli Stati Generali della Lingua italiana nel mondo. L’evento è organizzato dal MAECI in collaborazione con il MIUR, l’Accademia della Crusca e l’Ambasciata della Confederazione Elvetica.

“La lingua italiana è uno strumento della politica estera e uno Stato serio la deve sostenere e aiutare. Nell’ultimo anno c’è stato un incremento del 4 per cento degli studenti di italiano nel mondo” ha dichiarato l’On Picchi, aggiungendo poi: “Abbiamo dato indicazioni alle ambasciate: faranno azioni di coordinamento per far aumentare il numero degli studenti di italiano nel mondo nel prossimo biennio. È un’azione che sarà vincente se sarà un’azione di sistema”.

Picchi alla conferenza Osce contro l’intolleranza religiosa

Il Sottosegretario Guglielmo Picchi è intervenuto lunedì 22 ottobre alla conferenza “Combatting intolerance and discrimination with a focus on discrimination based on religion or belief: toward a comprehensive response in the Osce region”, organizzata alla Farnesina nell’ambito della presidenza in esercizio dell’Italia dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

“L’Italia crede nella possibilità di un’agenda positiva della dimensione umana dell’Osce nel contrastare l’intolleranza e la discriminazione, e per la tutela della libertà religiosa”, ha detto il Sottosegretario agli esteri Guglielmo Picchi aprendo i lavori. “Per l’Italia– ha aggiunto- questa agenda ha chiaramente una forte accezione mediterranea perché da questo bacino originano molte delle situazioni in cui la libertà di religione e di credo è stata messa a dura prova dalla strumentalizzazione politica, etnica, ideologica che ha trasformato un’occasione di incontro e di mutuo riconoscimento in drammatici scontri di alta disumanità, che nulla hanno di spirituale e trascendente”.

Presenti i rappresentanti dei vari Stati Osce e il cardinal Angelo Bagnasco.

Guglielmo Picchi all’incontro tra i Presidenti di Italia e Romania

Il Sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi ha preso parte all’incontro, avvenuto il 15 ottobre, tra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il suo omologo rumeno Klaus Iohannis al Quirinale. Assieme ai due presidenti ha visitato in anteprima, presso le Scuderie del Quirinale, la Mostra “Ovidio. Amori, miti e altre storie”.

L’indomani l’On. Picchi ha preso parte al Foro Economico Italo-Romeno presso la sede di Confindustria a Roma. “L’Italia si candida ad aiutare la Romania nello sviluppo infrastrutturale. L’Italia, investendo in un vero 4.0, può essere per la Romania quel partner che fa fare il salto di qualità ai nostri rapporti. Il governo è impegnato su questo fronte” ha dichiarato il Sottosegretario, aggiungendo: “E’ un treno che Italia e Romania non possono perdere, l’Italia c’è, mi sembra che anche la Romania conferma la sua intenzione forte, rimbocchiamoci le maniche e mettiamoci al lavoro per rendere i rapporti ancora più forti e strategici”.

Picchi a Lucca per il bicentenario del sigaro toscano

In occasione del bicentenario del sigaro toscano, Guglielmo Picchi ha visitato la Manifattura Tabacchi, guidata da Luca Cordero di Montezemolo e Gaetano Maccaferri. Si tratta di un’eccellenza del made in Italy che esporta già in 65 Paesi nel mondo e produce 212 milioni di sigari l’anno.

Guglielmo Picchi si è intrattenuto circa un’ora all’interno dell’azienda accompagnato dal direttore degli stabilimenti Marco Mazzini che ha spiegato come sia strutturato il processo produttivo dei sigari partendo dalla materia prima per arrivare, passando dalla stagionatura, al confezionamento e descrivendo, sala dopo sala, in cosa consista il lavoro degli addetti.

«Questa è una realtà importante del territorio – ha detto il sottosegretario Picchi – qui c’è il vero Made in Italy . Era giusto venire a visitare di persona un’eccellenza nell’ottica di poterla esportare anche perché questo è uno dei punti cardine del nostro programma di governo. Complimenti al gruppo Maccaferri che sta portando avanti bene l’attività».